Home
Storia: Nascita della Corale S. Francesco d'Assisi PDF Stampa
Votazione Utente: / 0
ScarsoOttimo 
Domenica 01 Settembre 2002 01:00

Era il 1978 e da poco la nostra comunità aveva avuto l'onore di essere nominata parrocchia, guidata dal parroco don Giuseppe Prina.
La nuova parrocchia era un vero e proprio fermento: si stavano formando diversi gruppi come i catechisti o il gruppo di giovani per la realizzazione dei recital; mancava insomma solo la corale: vi era solo un gruppo di bambini che, sotto la guida di don Giuseppe, animava le solennità.
Allora mi feci avanti io pieno di buona volontà: conoscendo abbastanza bene la musica proposi di formare un gruppo corale visto che l'organista, Maurizio Sonato, era già presente; io non avevo alcuna esperienza di maestro ma fin da piccolo avevo fatto parte di grossi cori.
La mia proposta fu accolta subito molto bene e l'invito a partecipare venne esteso da don Giuseppe a tutta la comunità durante le S.Messe.

Con grande sorpresa ai primi appuntamenti ci trovammo in tantissimi: eravamo più di sessanta persone con l'entusiasmo alle stelle. Era autunno e cominciammo subito a preparare qualche canto tradizionale per il Santo Natale: non fu molto difficile soprattutto perché nel gruppo c'erano parecchie persone che avevano già fatto parte di altri cori nei propri paesi di origine.
Ed infatti la prima uscita della corale fu un vero successo non tanto per l'esecuzione dei canti quanto per la presenza del nuovo gruppo all'interno della parrocchia. La vecchia chiesa, ora salone del teatro, non aveva abbastanza spazio per ospitare il gruppo corale e quindi don Giuseppe fece abbattere la parete laterale della sacrestia creando uno spazio per il coro.

Le prove della corale andavano avanti con grande entusiasmo da parte di tutti e con il tempo giunse anche qualche risultato arrivando ad eseguire canti a quattro voci. lo e Maurizio ci impegnavamo molto per cercare di migliorare sempre di più, prendendo contatti anche con altre corali per scambiarci gli spartiti musicali e risparmiare qualche soldo: era in programma infatti la costruzione della nuova casa del parroco, il salone del bar e le aule per il catechismo.

Con il passare del tempo avevamo ottenuto una discreta padronanza dei canti a più voci: partecipavamo a tutte le cerimonie religiose con grande serietà ed impegno e soprattutto con l'entusiasmo da parte di tutti.
Per più di quindici anni è stata per me una grande soddisfazione dirigere la nostra corale e prendere parte a diversi eventi molto significativi; per citarne qualcuno: i concerti con la banda cittadina nella nostra chiesa, il sacerdozio di don Michele Di Tolve, il gemellaggio con la corale S.Paolo di Rho, la Cresima del 1982 celebrata nella nostra parrocchia dal Cardinale Colombo, i festeggiamenti a suor Luigia, i pellegrinaggi parrocchiali ad Assisi ed al Sacro Monte di Varese, la visita pastorale del Cardinale Martini, il sacerdozio di don Antonio Corvi in occasione del quale abbiamo cantato nel Duomo di Milano con altri 500 cantori, l'inaugurazione della nostra nuova chiesa, la partenza di don Giuseppe e l'arrivo di don Pierluigi e tutte le altre cerimonie ed occasioni che abbiamo animato per cui un intero libro per elencarle non basterebbe.

Posso dire che la maggior parte dei parrocchiani di Grancia e Pagliera hanno fatto parte del coro o almeno sono stati invitati a parteciparvi.
In seguito però l'entusiasmo ha cominciato a diminuire e diverse persone, chi per l'età chi per altri impegni, hanno abbandonato il gruppo della corale ed il numero di partecipanti è andato riducendosi sempre più, malgrado ripetuti appelli durante le S.Messe; quindi presi l'amara decisione di dimettermi con la speranza e l'augurio che altri potessero fare meglio di me.

Ringrazio tutte le persone che nel corso di questi anni hanno fatto parte della corale e quelli che ancora oggi sostengono questo gruppo con la loro partecipazione.

Come diceva S.Agostino: "Chi canta in Chiesa prega due volte", quindi l'invito a tutta la comunità è quello di sostenere il gruppo del coro a cui auguro di restare unito e continuare sempre.

Claudio

 

Copyright (c) 2006-2017, Parrocchia San Francesco d'Assisi - Lainate (MI)